Richiesta di accesso ai documenti amministrativi
Descrizione del procedimento e riferimenti normativi
L'accesso agli atti amministrativi è disciplinato dalla L. 7 agosto 1990 n. 241 e dal D.P.R. 27 giugno 1992 n. 352.

L'accesso in via "informale" consiste in una richiesta verbale all'ufficio competente esibendo un documento di identità.

L'accesso "formale" è necessario quando non sia possibile l'accoglimento immediato della richiesta in via informale, ovvero quando sorgano dubbi sulla legittimazione del richiedente, sulla sua identità, sui suoi poteri rappresentativi, sulla sussistenza dell'interesse in base alle informazioni ed alle documentazioni fornite, sull'accessibilità del documento.
La domanda di accesso formale è sempre necessaria quando compromette il diritto alla riservatezza di terzi. La richiesta è redatta in carta semplice compilando il modulo predisposto dall'Amministrazione.

L'esame dei documenti è gratuito, salvo il rimborso dei costi di ricerca e di riproduzione. E' assoggettato al pagamento dell'imposta di bollo il solo rilascio di copia in forma autentica.
Modalità di presentazione delle istanze
Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata da chi abbia titolo per richiederlo, o dal legale rappresentante, in caso di società, o da un procuratore-delegato appositamente conferito tramite procura speciale-delega.
A chi deve essere presentata
Al SUE competente per il territorio.
Le istanze relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n. 160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo Sportello Unico per le Attività Produttive.
Come deve essere presentata
L'istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica.
Riferimenti normativi
Richiesta accesso
Oneri, diritti, pagamenti
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale
Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell’interessato
Responsabile del procedimento