Dichiarazione Anticipata di Trattamento (D.A.T.)
Descrizione del procedimento e riferimenti normativi
Introdotta con la L. 22 dicembre 2017 n. 219 e recepita dalla Giunta Comunale di Cuneo con delibera n. 126 del 31 maggio 2018 , la D.A.T. - dichiarazione anticipata di trattamento viene anche chiamata testamento biologico o di vita.

E' un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne (l'intestatario), capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari nel caso in cui, in futuro, si trovasse in condizione di non poter manifestare la propria volontà. In sostanza può dichiarare se accettare o rifiutare trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche(dopo aver acquisito informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte).

Pena l'irricevibilità, non può invece inserire nella D.A.T. espressioni di volontà dirette alla cremazione del proprio corpo dopo la morte nonché alla dispersione e affidamento delle ceneri.
Modalità di presentazione delle istanze
Chi può presentare l'istanza
La DAT deve essere redatta dal cittadino maggiorenne, capace di intendere e di volere, residente nel comune di Cuneo, il quale prende il nome di intestatario/disponente. È opportuno che il disponente individui una persona maggiorenne, la quale prende il nome di fiduciario, che ha l'incarico di far rispettare la volontà dell'intestatario della DAT.
A chi deve essere presentata
La DAT deve essere presentata personalmente:
  1. all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza del disponente, nonchè gli ufficiali di stato civile del rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all'estero;
  2. o presso le strutture sanitarie nel caso in cui le Regioni che adottano modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico o altre modalità informatiche di gestione dei dati del singolo iscritto al Servizio sanitario nazionale abbiano, con proprio atto, regolamentato la raccolta di copia delle DAT;
  3. o ai notai e i capi degli uffici consolari all'estero nell'esercizio delle funzioni notarili.
Come deve essere presentata
Il cittadino interessato intestatario/disponente deve:
  1. redigere la propria dichiarazione anticipata di trattamento, a firma sia dello stesso che del fiduciario:
    • mediante compilazione dell'apposito modulo (modulo 3545 - Dichiarazione di volontà anticipate per i trattamenti sanitari) che devono firmare sia l'intestatario che il fiduciario.
    • oppure con scrittura privata a forma libera
  2. compilare la richiesta di iscrizione al registro comunale delle dichiarazioni anticipate di trattamento – D.A.T. (modulo 3548 - Iscrizione al registro comunale delle dichiarazioni anticipate di trattamento – D.A.T.)
  3. richiedere al fiduciario l'accettazione dell'incarico
    • attraverso la compilazione e sottoscrizione dell'apposito modulo (modulo 3547 - Dichiarazioni anticipate di trattamento accettazione fiduciario)
    • l'allegazione di copia di un documento d'identità in corso di validità e di copia del codice fiscale
  4. fornire al fiduciario copia della D.A.T. e dell'accettazione
  5. prenotare un appuntamento
    https://sportellounicodelcittadino.comune.cuneo.it/SportelloVirtuale/004078/SportelloVirtuale.html per il deposito della propria D.A.T.
  6. andare all'appuntamento muniti:
    • della documentazione di cui ai punti da 1 a 3
    • di n. 1 busta formato A5
    • del proprio documento d'identità in corso di validità e del codice fiscale
  7. durante l'appuntamento sarà:
    • verificata la completezza della documentazione
    • rilasciata una ricevuta dell'avvenuto deposito della D.A.T.
    • effettuato il caricamento della stessa nella Banca Dati Nazionale delle D.A.T. istituita presso il Minsitero della Salute (prevedere da un minimo di 45 minuti a un massimo di 1 ora)
Consultazione della D.A.T.
Chi può consultare la D.A.T. nella banca dati nazionale delle d.a.t. istituita presso il ministero della salute
Può consultare la D.A.T. il medico che abbia in cura il paziente oppure il cittadino interessato intestatario/disponente che entro la giornata in cui sarà avvenuto il caricamento nella Banca Dati da parte dell'Ufficio dello Stato Civile, avendo riportato sui moduli un indirizzo email valido, riceverà un codice al fine di poter accedere tramite SPID, come anche il fiduciario.
Riferimenti normativi
Requisiti
Iscrizione registro comunale, accettazione fiduciario, trattamenti sanitari
Oneri, diritti, pagamenti
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale
Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell’interessato
Responsabile del procedimento