Rilascio carta d'identità elettronica (CIE)
Descrizione del procedimento e riferimenti normativi
La Carta di identità elettronica (CIE) è l'evoluzione del documento di identità in versione cartacea.

La CIE è principalmente un documento di identificazione: consente di comprovare in modo certo l'identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all'estero. È realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.

La CIE è stampata direttamente dal Ministero dell'Interno, tramite il Poligrafico dello Stato.

La CIE può essere rilasciata ai cittadini italiani e stranieri fin dalla nascita, è valida per l'espatrio per i cittadini Italiani, in tutti i paesi appartenenti all'Unione Europea ed in quelli con cui lo Stato Italiano ha firmato specifici accordi, così come la carta d'identità cartacea.
Modalità di presentazione delle istanze
Chi può presentare l'istanza
Possono richiedere il rilascio della carta d'identità elettronica tutti i cittadini, italiani o stranieri, maggiorenni o minorenni, purché residenti o domiciliati nel Comune.
A chi deve essere presentata
La richiesta di CIE può essere presentata presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora alla scadenza della propria carta d'identità (o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento).
Come deve essere presentata
Documentazione necessaria per ottenere la CIE:
  • n. 1 foto formato tessera non più vecchia di 6 mesi. La fototessera deve avere i requisiti conformi agli standard ICAO precisati dal Ministero in particolare: su sfondo bianco, a capo scoperto, con il viso interamente volto alla fotocamera, mostrando chiaramente i lati del volto e gli occhi evitando montature spesse, lenti scure e riflessi;
  • codice fiscale o tessera sanitaria (al fine di velocizzare le attività di registrazione);
  • vecchio documento in scadenza/scaduto/deteriorato. In caso di furto o smarrimento è necessario presentare copia della denuncia di furto o smarrimento e altro documento di riconoscimento;
  • per i cittadini extracomunitari anche il permesso di soggiorno in corso di validità o ricevuta attestante l'avvenuta richiesta di rinnovo dello stesso.
Si ricorda che per i cittadini minorenni per il rilascio della Carta valida per l'espatrio è richiesta la presenza di entrambi i genitori per esprimere l'assenso

In caso di impossibilità di un genitore a recarsi presso lo sportello, è necessario produrre una dichiarazione di assenso all'espatrio del minore firmata e corredata da fotocopia documento di riconoscimento.

Il minore di 18 anni straniero deve essere accompagnato da almeno un genitore.

La presenza del minore è sempre necessaria.

È prevista la rilevazione delle impronte digitali per ciascun cittadino di età maggiore o uguale a 12 anni. Le impronte digitali (due) verranno scritte in sicurezza all'interno della propria CIE e non depositate in nessun altro luogo, secondo le modalità indicate sul sito ministeriale nella sezione "Modalità di acquisizione impronte".

Durante la compilazione dei dati è prevista anche la possibilità per il cittadino maggiorenne di consentire o negare la propria adesione per la donazione degli organi e/o tessuti in caso di morte. Facendolo si verrà automaticamente inseriti nell'apposito registro dei donatori. (art. 3 T.U.L.P.S. emanato con R.D. 18 giugno 1931 n. 773); linee guida adottate dal Ministero dell'interno congiuntamente al Ministero della salute ed inviate alle SS.LL. nota 0002128 del 29/7/2015).

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l'impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l'operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

Al termine della procedura verrà rilasciata una ricevuta. Il cittadino riceverà la CIE all'indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all'operatore comunale al momento della richiesta.

Il rilascio, visti i tempi lunghi necessari all'istruttoria (circa 20 minuti stimati per ogni pratica) avverrà esclusivamente previa prenotazione telefonica contattando l'Ufficio Anagrafe ai numeri 0322.231262 - 0322.231267, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
Riferimenti normativi
Requisiti
Validità
Altre notizie
Richiesta rilascio
Oneri, diritti, pagamenti
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale
Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell’interessato
Responsabile del procedimento